ASSEVERAZIONE SISMABONUS 110% DOPO IL D.M. 329/2020
3 Marzo 2021
edifici in muratura qualita muraria
EDIFICI IN MURATURA: nuova app gratuita per la valutazione dell’indice di qualità muraria
2 Aprile 2021

Asseverazioni per il Sismabonus 110%: ecco come compilare il modulo allegato B al D.M. 329/2020.

Compilare asseverazione Sismabonus 110 %

Le asseverazioni per il Sismabonus 110% devono essere eseguite utilizzando i moduli allegati al D.M. n. 329 pubblicato il 06/08/2020 di modifica al DM 58/2017 relativo alla classificazione del rischio sismico delle costruzioni.

La compilazione dei moduli di Asseverazione Sismabonus allegati al DM 329/2020 ha creato diversi dubbi tra noi professionisti.

In questo articolo e nel video qui sotto riportato mostro alcune indicazioni sulla compilazione del modulo allegato B derivanti da miei approfondimenti e dal confronto con alcuni colleghi.

Quanto qui illustrato è semplicemente il mio modo di operare quando compilo il modulo allegato B al DM 329/2020.

 

Se sei interessato ad un ebook che raccoglie TUTTE le normative, le circolari e le risposte agli interpelli delle Agenzie delle Entrate sul SUPERBONUS 110%, aggiornato ogni mese, dove si possono fare ricerche per parole chiave e con i link per scaricare i documenti visita la mia pagina

 

 

Video per la compilazione del modulo B per l’Asseverazione del Sismabonus 110%

Oltre al leggere l’articolo guarda il video dove mostro come compilare il modulo allegato B al D.M. 329/2020.

 

Codici da inserire nella tabella presente in alto a destra nel modulo allegato B

Appena ho visto i modulo allegati al D.M. 329/2020 necessari a redigere le Asseverazioni per il Sismabonus 110% mi sono domandato quali codici utilizzare per identificare la Regione, la Provincia e il Comune nelle tabelle presenti in alto a destra.

Dopo essermi confrontato con colleghi e commercialisti, già alcuni mesi fa, ero giunto alla conclusione che dovevo utilizzare i codici ISTAT.

 

codici istat modulo B

 

Finalmente in una risposta data il 17/02/2021, nella “Posta del Fisco”, l’Agenzia delle Entrate ha confermato che i codici da utilizzare nella tabella in alto a destra del modulo Allegato B al D.M. 329/2020, relativo all’Asseverazione del Sismabonus, sono i codici ISTAT.

Questo è il link per leggere la risposta completa.

 

 

Quale Decreto Ministeriale indicare nel modulo allegato B?

Nel modulo allegato B al D.M.329/2020 dove viene richiesto a quale Decreto Ministeriale si fa riferimento io scrivo: D.M. 58/2017 e s.m.i.

DM 58_2017

 

Ti serve una consulenza tecnica? Possiamo farlo anche con una videochiamata contattami ora!

 

Bisogna barrare entrambe le caselle quando dichiariamo il tipo di incarico ricevuto ?

Altro dubbio che molti di noi strutturisti hanno avuto è sicuramente per quale motivo sono presenti due caselle da barrare quando dobbiamo dichiarare il tipo di incarico ricevuto.

caselle da barrare

 

Molti hanno interpretato, secondo me in maniera errata, che il motivo fosse che un tecnico poteva eseguire solo la classificazione del rischio sismico dello stato di fatto della costruzione e un altro tecnico poteva asseverare in un altro modulo solo la classificazione del rischio sismico della costruzione a seguito dell’intervento progettato (stato di progetto).

 

Ma il D.M. 58/2017 e s.m.i. dice chiaramente nel comma 2:

Il progettista dell’intervento strutturale, ad integrazione di quanto già previsto dal decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001 e dal citato decreto 14 gennaio 2008, assevera, secondo i contenuti delle allegate linee guida , la classe di rischio sismico dell’edificio precedente l’intervento e quella conseguibile a seguito dell’esecuzione dell’intervento progettato“.

 

A mio parere il motivo della presenza delle due caselle da barrare nel modulo allegato B al D.M. 329/2020 potrebbe essere dovuto a due distinti incarichi che possiamo ricevere:

  1. Un cliente ci incarica di eseguire una Valutazione della sicurezza (secondo la Norme Tecniche per le Costruzioni) del suo edificio con relativa determinazione della classe di rischio sismico, in questo caso dovremo barrare solo la prima casella presente nel modulo;
  2. Un cliente ci incarica di eseguire un intervento di riduzione del rischio sismico e conseguente determinazione delle classi di rischio sismico ante e post intervento. In questo caso dovremo barrare entrambe le caselle presenti nel modulo.

 

SUPERBONUS 110%:
Sei interessato a un ebook che raccoglie le normative, le circolari e le risposte agli interpelli delle Agenzie delle Entrate, aggiornato ogni mese, dove si possono fare ricerche per parole chiave e con i link per scaricare i documenti?

 

La congruità dei prezzi

L’asseverazione della congruità dei prezzi è una delle novità introdotte nei moduli dal D.M. 329/2020.

Congruità dei prezzi

In questa parte del modulo dovremo chiaramente indicare il prezzario che abbiamo utilizzato per verificare la congruità dei prezzi offerti dall’impresa aggiudicatrice dell’appalto.

Mentre le spese professionali richieste dovranno essere confrontate con le parcelle calcolate secondo il D.M. 17/06/2016 (per approfondire puoi guardare il mio video “SISMABONUS 110%: calcolo delle parcelle professionali ed esempio con software @Blumatica” ).

Le cifre da indicare, a mio parere, devono essere al netto IVA questo per congruità con quanto indicati nella nota (2) riportata sui moduli allegato B-1 e 1-SAL.

 

In merito alla congruità dei prezzi evidenzio che nella risposta all’interpello n. 168/2021 l’Agenzia delle Entrate ha affermato:

“…….Pertanto, sulla base di quanto sopra riportato, si ritiene che l’attestazione della congruità delle spese, inserita nell’Allegato B, risponda ad una mera semplificazione degli adempimenti e, conseguentemente, nel caso di specie, la mancanza della stessa al momento in cui è stata presentata la pratica edilizia relativa alla SCIA, antecedente al 1° luglio 2020, non pregiudichi l’accesso al Superbonus.

Nel caso di specie, considerato che, ai fini del Superbonus, il comma 13, lettera b) dell’articolo 119 del decreto Rilancio, stabilisce che per gli interventi antisismici “i professionisti incaricati della progettazione strutturale, della direzione dei lavori delle strutture e del collaudo statico” attestano, “altresì la corrispondente congruità delle spese” e ai sensi del successivo comma 13-bis del citato articolo 119, la predetta asseverazione “è rilasciata al termine dei lavori o per ogni stato di avanzamento dei lavori sulla base delle condizioni e nei limiti di cui all’art. 121”, si ritiene che detta attestazione dovrà essere prodotta entro tale ultimo termine…….”.

Quindi secondo l’Agenzia delle Entrate sarebbe necessario asseverare la congruità dei prezzi solo durante i SAL e a fine lavori.

Ricordo che questa risposta dell’Agenzia delle Entrate è relativa ad una pratica depositata con Asseverazione Sismabonus prima del 06/08/2020 quindi attualmente consiglio di continuare a compilare la congruità dei prezzi anche nel modulo allegato B con la speranza che a breve sarà eseguita una revisione dello stesso eliminando questa incombenza.

 

Metodo da utilizzare per la valutazione del rischio sismico della costruzione

Per la valutazione del rischio sismico della costruzione pre e post intervento ricordo che l’Allegato A del D.M. 58/2017 e s.m.i. indica che è obbligatorio utilizzare lo stesso metodo e, nel caso del metodo convenzionale, le stesse modalità di analisi e di verifica tra quelle consentite dalle Norme Tecniche per le Costruzioni.

 

 

Note sbagliate nel modulo allegato B

Nel modulo allegato B al D.M. 329/2020 sono presenti alcune note non corrette, qui di seguito vi indico quali sono e la correzione necessaria:

nota_1

 

nota_2

 

nota_3

 

nota_4

 

 

Quali allegati inviare insieme all’Asseverazione Sismabonus allegato B?

Insieme all’Asseverazione Sismabonus redatta utilizzando il modulo allegato B al D.M. 329/2020 invio una serie documenti che ritengo necessari, gli stessi documenti li allego anche ai moduli allegato 1-SAL e B-1.

I documenti che allego sono i seguenti:

  • La relazione illustrativa sulla classificazione de rischio sismico della costruzione (ai sensi del D.M. 58/2017 e s.m.i);
  • Il computo metrico estimativo con prezzario;
  • La comparazione tra i prezzi unitari offerti dall’impresa aggiudicataria dell’appalto e quelli da prezzario;
  • Le competenze professionali calcolate secondo il D.M. 17/06/2016 e le competenze effettivamente richieste;
  • Il quadro economico complessivo dell’intervento di riduzione del rischio sismico.

 

Visto che sei interessato all’argomento Asseverazione Sismabonus leggi anche il mio articolo  ASSSEVERAZIONE SISMABONUS 10% DOPO IL D,M, 329/2020

 

Ti è piaciuto l’articolo?

Allora condividilo sui social e con le persone a cui pensi possa interessare.

Vuoi migliorare la resistenza ai terremoti della tua casa?

Contattami subito compilando il modulo 

 

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo messaggio

    “In qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei”

    10 Comments

    1. Sabino ha detto:

      Buongiorno,
      le chiederei se ha pubblicato articoli in merito al supersismabonus e/o sismabonus acquisti. La congruità della spesa è da barrare?

      • Ing. Della Porta ha detto:

        Buongiorno,
        mi dispiace ma non ho pubblicato articoli specifici sul sismabonus acquisti, riguardo la congruità dei prezzi le consiglio di leggere in maniera completa la risposta dell’Agenzia delle Entrate all’interpello n.190 del 17/03/2021 dove tra le altre cose afferma:

        “L’agevolazione di cui al comma 1-septies dell’articolo 16 del decreto legge 4giugno 2013, n. 63 è commisurata al prezzo della singola unità immobiliare risultante nell’atto pubblico di compravendita e non alle spese sostenute dall’impresa in relazione agli interventi agevolati. Pertanto, si ritiene che, nel caso di specie non vada attestata ai fini del Superbonus nonché dell’opzione di cui al citato articolo 121 la «corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati». Gli acquirenti delle case antisismiche, pertanto, possono beneficiare del Superbonus anche in presenza, come nel caso di specie di un’asseverazione predisposta con il modello previgente (ferma restando la sussistenza degli ulteriori requisiti). ”

        Le ricordo che le risposte agli interpelli sono vincolanti solo per l’istante e per gli altri sono solo indicative…..speriamo che a breve venga data dall’Agenzia delle Entrate un’indicazione chiara su una circolare e magari venga modificato il modulo allegato “B” al D.M. 329/2020 con l’aggiunta di una nota dove venga detto che in caso di sismabonus acquisti non deve essere compilata la parte relativa alla congruità dei prezzi.

        Fino ad allora le consiglio di asseverare la congruità dei prezzi anche per il sismabonus acquisti.

    2. salvatore ha detto:

      Salve, volendo istruire la pratica Sismabonus 80/85% , nell allegato B la parte relativa alla polizza assicurativa e quella della congruità dei prezzi vanno compilati? Ed inoltre, gli allegati B1,B2, e 1 vanno prodotti? Grazie

      • Ing. Della Porta ha detto:

        Buongiorno,

        premetto che ad oggi, come indicato dalla Commissione di Monitoraggio del Sismabonus nella circolare prot.8047 del 21/10/2020, il Sismabonus “classico” si può fare solo per chi non può usufruire del Sismabonus 110% (come per esempio edifici di attività produttive).

        In caso di Sismabonus “classico” a mio parere non è necessario asseverare il possesso di polizza assicurativa specifica al Decreto Rilancio e neanche la congruità dei prezzi (farei però una nota nei moduli dove si specifica il motivo per il quale quelle parti non sono state compilate).

        Un cordiale saluto

    3. ANGLESIO LUCA ha detto:

      Buongiorno,
      nel caso in cui il foglio catastale da inserire nella tabella presente in alto a destra nel modulo allegato B sia costituito da 4 cifre – mentre i campi disponibili sono solo tre – come ritiene di procedere ? Domando perchè devo apporre visto di conformità per sismabonus acquisti e il professionista incaricato di presentare il modello B ha forzato gli spazi (inserendo due numeri in una casella del Modello Inviato al Sue): purtroppo il Modello di Comunicazione dell’opzione di cessione credito da trasmettere all’Agenzia delle Entrate consente l’introduzione di un codice costituito da soli 19 spazi e non 20 come nel caso che mi si presenta. Mi domando nel caso qual è la modalità corretta di compilazione dell’allegato B (troncare gli estremi del foglio alla terza cifra ?).
      Grazie

      • Ing. Della Porta ha detto:

        Buongiorno,
        mi dispiace ma purtroppo non so come risponderle….non faccio catasto ed inoltre non mai visto fogli con 4 cifre.
        Provi a contattare un tecnico che fa catasto e chieda all’Agenzia delle Entrate come gestire questa anomalia presente nel modello di Comunicazione dell’opzione di cessione del credito.

        Se riceve una risposta ufficiale le chiedo gentilmente di comunicarmelo rispondendo a questo commento così condividiamo conoscenza per tutti. grazie

    4. carolina ha detto:

      Buonasera,
      nella zona in cui opero (costiera amalfitana) dovendo ottenere molteplici autorizzazioni con il rischio di dover effettuare cambiamenti al progetto, onde evitare spese inutili al committente, è prassi consolidata consegnare i calcoli strutturali, la verifica energetica e il calcolo degli impianti solo prima del rilascio del P.dC. anche il computo metrico e il contratto con l’impresa viene effettuato in questa fase (è impensabile sottoscrivere un contratto con l’impresa quando a volte il rilascio del PdC avviene anche dopo 1/2 anni!)
      in questo caso, come si potrebbe risolvere l’obbligo di consegnare l’allegato B (con i relativi allegati) contemporanemante alla presente della richiesta?
      mi sapreste aiutare?
      grazie

      • Ing. Della Porta ha detto:

        Buongiorno,
        non ho una risposta certa….ultimamente l’Agenzia delle Entrate sembra orientata ad accettare che in caso di Permesso di Costruire si possa depositare il modulo allegato B al D.M. 329/2020 anche “entro l’inizio dei lavori” (come indicato nell’art.3 comma 3 del D.M. 58/2017 a seguito della modifica introdotta dal D.M. 24 del 09/01/2020).

        Per esempio può leggere le risposte date agli interpelli n.295/2020 e n.240/2021 dall’Agenzia delle Entrate.

        Però personalmente cerco sempre di rispettare la consegna dell’asseverazione sismabonus in maniera contestuale al titolo edilizio anche durante la richiesta di un permesso di costruire.

        Nel suo caso, se non riesce per i motivi da lei esposti, le consiglio di fare un interpello all’Agenzia delle Entrate per essere certa che la consegna del modulo allegato B “entro l’inizio dei lavori” e non contestuale al titolo edilizio non precluda l’accesso al Supersismabonus.

        Cordiali saluti

    5. Marco M. ha detto:

      Buongiorno,
      nel caso di presentazione di una SCIA per intervento di ristrutturazione (manutenzione straordinaria) su un fabbricato isolato con anche pratica sismica di intervento locale (quindi senza miglioramento di classe di rischio sismico bensì miglioramento delle condizioni preesistenti), si chiede in riferimento alla presentazione del modello B da eseguirsi “entro l’inizio dei lavori”, se tali lavori debbano essere intesi i lavori strutturali, oppure i generici lavori di ristrutturazione.
      Esempio: presento una SCIA il 27/8/2020 e il successivo 9/9/2020 eseguo il deposito delle strutture allegando il modello B (senza compilazione della tabella in alto a destra nè del campo asseverazione della congruità dei prezzi). I lavori svolti tra settembre e dicembre 2020 sono unicamente di ristrutturazione (manutenzione straordinaria), cioè non strutturali. Tra gennaio e aprile i lavori subiscono uno stop.
      Successivamente, aprile 2020, presento una variante sostanziale strutturale al precedente deposito ri-allegando l’allegato B ma questa volta con compilazione sia della tabella in alto a destra, sia del campo asseverazione congruità dei prezzi. I lavori strutturali inizieranno a breve. Si chiede se è corretta la procedura, ovvero se la presentazione dell’allegato B correttamente compilato prima dell’inzio dell’esecuzione dei lavori strutturali consente di beneficiare del supebonus 110%?
      Ringrazio anticipatamente

      • Ing. Della Porta ha detto:

        Buongiorno,
        l’Agenzie delle Entrate si è più volte espressa che il modulo allegato B relativo all’asseverazione Sismabonus va depositato presso lo sportello unico dell’edilizia contestualmente al titolo edilizio (sembra che ultimamente abbia accettato solo per i Permessi di Costruire la consegna entro l’inizio dei lavori….ma personalmente a favore di sicurezza io lo presento comunque contestualmente).

        Però essendo il suo un caso molto particolare le consiglio di fare un interpello presso l’Agenzia delle Entrate.

        Cordiali saluti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *