(function(h,o,t,j,a,r){ h.hj=h.hj||function(){(h.hj.q=h.hj.q||[]).push(arguments)}; h._hjSettings={hjid:1530709,hjsv:5}; a=o.getElementsByTagName('head')[0]; r=o.createElement('script');r.async=1; r.src=t+h._hjSettings.hjid+j+h._hjSettings.hjsv; a.appendChild(r); })(window,document,'//static.hotjar.com/c/hotjar-','.js?sv=');
trave in cemento armato
FASCICOLO DEL FABBRICATO: opportunità o costo ?
4 Giugno 2018
Mappatura termica incendio
RESISTENZA AL FUOCO: CONFRONTO TRA VERIFICA TABELLARE E ANALITICA
18 Luglio 2018

CERCHIATURA PER APRIRE UNA NUOVA PORTA IN UN MURO PORTANTE: fattibilità e procedure

cerchiatura apertura muro portante

Aprire una porta in un muro

Durante il rinnovamento di un appartamento o un edificio esistente spesso nasce la necessità di aprire nuove porte o finestre nelle pareti dell’immobile, se i muri sono portanti probabilmente dovrà essere realizzata una CERCHIATURA.

Quando si ristruttura un intero edificio realizzare nuove aperture non è molto complicato perché di frequente il committente richiede un intervento di miglioramento o adeguamento sismico dell’immobile per il quale si deve già procedere ad una verifica globale delle strutture.

Mentre quando l’oggetto dei lavori è il singolo appartamento all’interno di un condominio chiaramente non è pensabile verificare tutto l’edificio ed è quindi necessario inquadrare l’apertura di una nuova porta in un muro portante, secondo le NTC 2018 Norme tecniche per le costruzioni,  come INTERVENTO LOCALE.

In questo caso la normativa impone una verifica della parete prima e dopo l’intervento per dimostrare che la resistenza e la rigidezza della stessa sostanzialmente non cambia (la variazione massima ammessa tra prima e dopo l’intervento è pari a un +/- 15 % ).

Normalmente per ottenere il risultato sopra riportato è necessario realizzare una CERCHIATURA (per approfondimenti vi consiglio di leggere i miei articoli “DEVI APRIRE UNA PORTA IN UN MURO PORTANTE? ECCO ALCUNI SUGGERIMENTI!”,COME APRIRE UN VANO PORTA IN UN MURO PORTANTE:CERCHIATURA OPPURE NO?e ARCHITRAVE O CERCHIATURA ?).

 

Sei un tecnico o un privato e devi aprire una porta in un muro portante? guarda come posso aiutarti 

 

Immagina tratta dal software ACM della AEDES da me utilizzato per il calcolo delle cerchiature

Immagina tratta dal software ACM della AEDES da me utilizzato per il calcolo delle cerchiature

 

La parete è in MURATURA PORTANTE ?

In questo caso normalmente l’apertura della nuova porta è realizzabile come INTERVENTO LOCALE eseguendo una CERCHIATURA del foro da realizzare.

Dal punto di vista burocratico è necessario presentare una PRATICA SISMICA e come titolo edilizio una S.C.I.A.

SCARICA GRATUITAMENTE LA GUIDA CON I CONSIGLI SU  “COME APRIRE UNA PORTA IN UN MURO PORTANTE!”APRIRE UNA PORTA IN UN MURO PORTANTEDichiaro di aver letto e compreso l’informativa sulla privacy e do il mio consenso all’utilizzo dei dati personali inseriti nel presente modulo di contatto.

La parete è in CEMENTO ARMATO ?

Inquadrando l’apertura della porta come INTERVENTO LOCALE è molto difficile che la CERCHIATURA riesca a ripristinare la resistenza e la rigidezza della parte di parete eliminata in quanto il cemento armato è un materiale con caratteristiche molto diverse rispetto alla muratura.

Quindi sarà necessario eseguire un verifica globale dell’edificio per dimostrare che l’apertura della porta non peggiora la sua risposta sismica, ma chiaramente è una soluzione raramente perseguibile perché il costo del progettista ben difficilmente viene sostenuta dal committente per la sola apertura di una porta.

Anche in questo caso dal punto di vista burocratico sarebbe necessario presentare una PRATICA SISMICA e come titolo edilizio una S.C.I.A.

 

Sei un tecnico o un privato e devi aprire una porta in un muro portante? guarda come posso aiutarti 

 

La parete è un TRAMEZZO INTERNO IN LATERIZIO O IN CARTONGESSO ?

In questo caso chiaramente non ci sono problemi strutturali e quindi è sempre realizzabile con l’accortezza di montare sopra la nuova apertura un’adeguata architrave.

Dal punto di vista burocratico come titolo edilizio è sufficiente una C.I.L.A.

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui tuoi social e seguimi sul mio Canale TELEGRAM  (ogni venerdì un post con un contenuto esclusivo!)

Devi aprire una porta in un muro portante della tua casa?

Contattami subito compilando il modulo oppure  guarda come posso aiutarti 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

4 Comments

  1. Paolo ha detto:

    Salve il suo articolo è molto interessante dovrei aprire una porta di 70-80 in muro portante in pietra spesso 1 metro al piano terra sopra insistono altri 3 piani quali consigli può darmi la cerchiatura con che profili deve essere eseguita ? Grazie paolo

    • Ing. Della Porta ha detto:

      Buongiorno, come può sicuramente capire per me è impossibile aiutarla senza avere la conoscenza della struttura sulla quale vuole fare l’intervento quindi l’unico consiglio che mi sento di darle è di incaricare un professionista competente presente nella sua zona. Cordiali saluti

  2. Giovanni ha detto:

    Salve Ingegner della Porta,volevo una consulenza, ho aperto una SCIA per effettuare una cerchiatura di un muro portante.L’Ingegnere L’ingegnere a cui mi sono affidato Mi ha Detto Che la pratica adesso sotto la provincia e mi ha detto che praticamente Al 30º giorno della presentazione della domanda alla provincia c’è il tacito assenso se non viene rilasciata una specifica autorizzazione da parte della provincia al 30º giorno però sei riuscito l’ingegnere dicendo mi che è cambiata la legge e anche passati 30 giorni dal per tacito assenso ci deve stare comunque motorizzazione della provincia volevo sapere se mi senti se mi sta prendendo in giro o realmente cambiato ultimamente questa normativa da giorni scusi per il disturbo attendo sue notizie .Cordiali saluti Giovanni

    • Ing. Della Porta ha detto:

      Buongiorno Giovanni,
      non so in quale Regione lei abita, qui in Emilia Romagna il tempo di attesa per l’inizio lavori dopo la presentazione della SCIA dipende da molti fattori. Per esempio se il suo appartamento è in un edificio è storico vincolato dalla soprintendenza serve il loro parere (circa 120 giorni) oppure se si trova in zona sismica 1 o 2 serve l’autorizzazione sismica (60 giorni), se invece non ha vincoli dopo 5 giorni lavorativi si può iniziare e il Comune ha 30 giorni per controllare la correttezza della pratica presentata. Quindi è molto variabile. Cordiali saluti Della Porta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *