crolli capannoni terremoto
CAPANNONI PREFABBRICATI IN CEMENTO ARMATO: VULNERABILITÀ SISMICA
2 Novembre 2016
incendio autorimesse
D.M. 21/02/2017 : Norme tecniche di prevenzione incendi per le autorimesse
7 Marzo 2017

NUOVA D.G.R. 2272/2016 PER INTERVENTI PRIVI DI RILEVANZA PER LA PUBBLICA INCOLUMITÀ’ AI FINI SISMICI (I.P.R.I.P.I) DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici

INTERVENTI PRIVI DI RILEVANZA PER LA PUBBLICA INCOLUMITÀ AI FINI SISMICI

Come indicato nel titolo il giorno 11/01/2017 è stata pubblicata, per la REGIONE EMILIA ROMAGNA, sul BUBER n°9 la nuova D.G.R. 2272/2016 ” Atto di indirizzo recante l’individuazione degli INTERVENTI PRIVI DI RILEVANZA PER LA PUBBLICA INCOLUMITÀ’ AI FINI SISMICI e delle VARIANTI IN CORSO D’OPERA, riguardanti parti strutturali, che non rivestono carattere sostanziale, ai sensi dell’articolo 9, comma 4, della L.R. n°19 del 2008″.

Il nuovo atto di indirizzo è semplicemente l’aggiornamento, con piccole modifiche e aggiunte, della vecchia D.G.R. 687/2011.

Il link dal quale scaricare l’atto di indirizzo è il seguente: https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/geologia/temi/sismica/l.r.-30-ottobre-2008-n.-19-norme-per-la-riduzione-del-rischio-sismico/l-r-19-2008-principali-provvedimenti-amministrativi/DGR2272_2016_Attodiindirizzo.pdf/view

 

Nell’atto di indirizzo vengono individuati quegli interventi ritenuti strutturalmente non rilevanti agli effetti della valutazione del rischio sismico, l’elenco contenuto nell’Allegato 1 ha carattere tassativo.

Sei un tecnico e devi presentare una pratica IPRIPI nella Regione Emilia Romagna? Contattami, ti posso aiutare nella preparazione dell’Elaborato Grafico e della Relazione Tecnica descrittiva IPRIPI.

Per gli interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici sono previsti tre diversi livelli di adempimenti
a) per gli interventi contrassegnati dal codice (L0), non viene richiesta alcuna documentazione integrativa, rispetto a quella necessaria per il titolo abilitativo edilizio eventualmente richiesto;
b) per gli interventi contrassegnati dal codice (L1), è necessario predisporre un elaborato grafico atto a rendere evidente la ricorrenza delle caratteristiche e dei requisiti indicati negli elenchi A e B oltre all’asseverazione riportata nel MUR A.1/D.1 ;
c) per gli interventi contrassegnati dal codice (L2), il progettista abilitato deve predisporre un elaborato grafico e una relazione tecnica esplicativa atti a rendere evidente la ricorrenza delle caratteristiche e dei requisiti indicati negli elenchi A e B oltre all’asseverazione riportata nel MUR A.1/D.1.

Ricordo che per gli interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici rimane fermo l’obbligo dell’osservanza delle norme tecniche per le costruzioni (N.T.C.) e di ogni altra disciplina urbanistica ed edilizia, vigente e adottata.

SCARICA GRATUITAMENTE LA GUIDA CON I CONSIGLI SU  “COME APRIRE UNA PORTA IN UN MURO PORTANTE!”

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa sulla privacy e do il mio consenso all’utilizzo dei dati personali inseriti nel presente modulo di contatto.

Riporto di seguito alcuni interventi comuni di nuova costruzione ed eseguiti su edifici esistenti rientranti nella D.G.R. 2272/2016.

Esempi di nuove costruzioni prive di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici:

  • A.1.1.  c) Tettoie aventi peso proprio (G1) e permanente portato (G2) complessivamente <= 1 kN/mq di altezza media <= 3 m aventi superficie coperta <= 30 mq, comprensivo di eventuale aggetto <= 1,50 m. (L2)

tettoia

  • A.2.1 b) Opere di sostegno in c.a. a sbalzo di altezza fuori terra <= 2,5 m, con inclinazione media del terrapieno sull’orizzontale <= 30° o per le quali non siano presenti carichi permanenti direttamente agenti
    sul cuneo di spinta, e il cui eventuale collasso non pregiudichi la stabilità e la funzionalità di infrastrutture esistenti a monte o a valle. (L2)

  • A.3.6. Piscine e vasche di altezza massima complessiva <= 2,50 m, comprensiva di una altezza massima fuori terra <= 1 m, di superficie massima 150 mq. (L2)

Piscina

 

Esempi di interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici su edifici esistenti:

  • B.1.2.. b) Pensiline, con aggetto <= 1,20 m, aventi superficie coperta <= 6 mq realizzate con strutture (in legno, elementi metallici, etc.) aventi peso proprio (G1) e permanente portato (G2) complessivamente
    <= 1 kN/mq. (L1)

Pensilina

  • B.3.2. a) Realizzazione di controsoffitti aventi peso proprio (G1) <= 0,10 kN/m2 appesi e ancorati alle strutture. (L1)

controsoffitto

  • B.4.4.  b) Realizzazione, modifica di elementi divisori interni di spessore <= 10 cm e altezza <= 3 m. (L0)
  • B.4.8. Consolidamento delle fondazioni eseguito per parti limitate in ogni caso non superiori al 20% dello sviluppo totale dell’intero impianto di fondazione. (L2)
  • B.5.1. a) Scala o rampa leggera in legno o metallica, di larghezza <=1 m, all’interno di una singola unità immobiliare, di altezza <= 3,50 m. (L1)

scala

 

A seguito della nuova legge 14 giugno 2019 , n. 55 (cosiddetto SBLOCCA CANTIERI) anche a livello nazionale sono stati inseriti gli INTERVENTI PRIVI DI RILEVANZA AI FINI SISMICI PER LA PUBBLICA INCOLUMITÀ, leggi il mio articolo SBLOCCA CANTIERI E I.P.R.I.P.I. IN EMILIA ROMAGNA

 

Ti è piaciuto l’articolo? Allora condividilo sui social e con le persone a cui pensi possa interessare!

Devi realizzare nel tuo appartamento un intervento privo di rilevanza ai fini sismici?

Contattami subito compilando il modulo oppure  con WhatsApp

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *