(function(h,o,t,j,a,r){ h.hj=h.hj||function(){(h.hj.q=h.hj.q||[]).push(arguments)}; h._hjSettings={hjid:1530709,hjsv:5}; a=o.getElementsByTagName('head')[0]; r=o.createElement('script');r.async=1; r.src=t+h._hjSettings.hjid+j+h._hjSettings.hjsv; a.appendChild(r); })(window,document,'//static.hotjar.com/c/hotjar-','.js?sv=');
Superbonus 110 risposte Agenzia delle Entrate
SUPERBONUS 110 %: LE RISPOSTE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
9 Febbraio 2021
ASSEVERAZIONE SISMABONUS 110% DOPO IL D.M. 329/2020
3 Marzo 2021

Prevenzione incendi autorimesse con superficie fino a 300 mq

Con la pubblicazione del Decreto Ministeriale del 15 maggio 2020 relativo alle norme tecniche per la prevenzione incendi per le attività di autorimessa è stata contestualmente abrogato il vecchio Decreto Ministeriale del 01/02/1986 all’interno del quale, tra le altre cose, erano anche riportati i requisiti relativi alle autorimesse cosiddette “sotto soglia”.

Video ” Prevenzione incendi autorimesse sotto soglia: Circolare n. 17496 del 18/12/2020″

Oltre a leggere l’articolo puoi anche guardare il video che ho pubblicato al mio canale Youtube (non dimenticarti di iscriverti….)

Premessa

Il Dipartimento dei Vigili del fuoco in collaborazione con la Rete delle Professioni Tecniche ha preparato una linea guida (allegata alla Circolare n.17496 del 18/12/2020) relativa alle norme tecniche per la prevenzione incendio delle autorimesse con superficie non superiore a 300 mq,  tale linea guida è stata anche approvata dal Comitato Centrale Tecnico Scientifico per la Prevenzione Incendi.

Nella premessa di queste linee guida viene ribadito che l‘allegato 1 del Decreto Ministeriale del 3 ottobre 2015 e s.m.i. (articolo 2 comma 5) possono costituire un utile riferimento per la progettazione, realizzazione e l’esercizio delle autorimesse sotto soglia.

Inoltre nella premessa viene anche evidenziato che per le autorimesse esistenti alla data di entrata in vigore del Decreto Ministeriale del 15 maggio 2020 la linee guida non comporta ulteriori adempimenti e che ai fini dell’applicazione della linea-guida si deve far riferimento alle definizioni contenute nei capitoli G.1 e V.6 del D.M. 3/8/2015 e s.m.i.

 

Categorie A1 e A2 autorimesse

Le autorimesse sotto soglia, nella linea guida, vengono divise in due categorie distinte:

  • la categoria A1, relativa alle autorimesse di superficie fino a 100 mq;
  • la categoria A2, relativa alle autorimesse di superficie superiore a 100 mq e fino a 300 mq;
SCARICA GRATUITAMENTE LA GUIDA CON I CONSIGLI SU  “COME APRIRE UNA PORTA IN UN MURO PORTANTE!”

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa sulla privacy e do il mio consenso all’utilizzo dei dati personali inseriti nel presente modulo di contatto.

Schemi riassuntivi dei requisiti richiesti

Ho realizzato degli schemi riassuntivi dove ho cercato di condensare i requisiti minimi indicati nella linea guida.

Le ho suddivise in quattro tipologie:

  1. autorimesse di categoria A.1 ISOLATE;
  2. autorimesse di categoria A.1 NON ISOLATE;
  3. autorimesse di categoria A.2 ISOLATE;
  4. autorimesse di categoria A.2 NON ISOLATE;

 

 

Autorimessa categoria A1 Isolata

Autorimessa categoria A1 Isolata

 

Autorimessa categoria A1 non Isolata

Autorimessa categoria A1 non Isolata

 

 

Autorimessa categoria A2 Isolata

Autorimessa categoria A2 Isolata

Autorimessa categoria A2 non Isolata

Autorimessa categoria A2 non Isolata

 

Sei un tecnico che svolge PREVENZIONE INCENDI? Contattami per una Valutazione Analitica di resistenza al fuoco di strutture in cemento armato!

 

Gestione della sicurezza

Nelle autorimesse è vietato:

– il deposito di fluidi infiammabili o carburante, in quantità significative, e il loro travaso;

– La presenza e l’impiego di sostanze o miscele pericolose in quantità significative;

– il parcamento ai piani interrati di veicoli alimentati a GPL privi del sistema di sicurezza conforme al regolamento ECE/ONU 67-01;

– il parcamento, ai piani a quota inferiore a – 6 m, di veicoli alimentati a GPL, anche se muniti del sistema di sicurezza conforme al regolamento ECE/ONU 67-01.

 

 

Indicazioni aggiuntive di sicurezza antincendio

Qualora siano installati particolari attrezzature o impianti che possano comportare il deposito il rilascio di quantitativi non trascurabili di sostanze infiammabili o pericolose, deve essere effettuata una specifica valutazione del rischio conseguente per l’adozione delle misure di prevenzione, protezione e gestionali.

Un utile riferimento per l’installazione di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici è costituito dalla Circolare n. 2 del 5/11/2018, prot. n. 15000 della Direzione centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica.

 

 

Ti è piaciuto l’articolo?

Allora condividilo sui social e con le persone a cui pensi possa interessare.

 

Ti potrebbe interessare anche leggere i miei articoli:

 

Vuoi migliorare la resistenza ai terremoti della tua casa usufruendo del SISMABONUS 110%?

Contattami subito compilando il modulo 

 

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo messaggio

    “In qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *