(function(h,o,t,j,a,r){ h.hj=h.hj||function(){(h.hj.q=h.hj.q||[]).push(arguments)}; h._hjSettings={hjid:1530709,hjsv:5}; a=o.getElementsByTagName('head')[0]; r=o.createElement('script');r.async=1; r.src=t+h._hjSettings.hjid+j+h._hjSettings.hjsv; a.appendChild(r); })(window,document,'//static.hotjar.com/c/hotjar-','.js?sv=');
Nuovo edificio Golf Cento
Golf Cento (Fe): dal progetto strutturale alla realizzazione di un nuovo edificio
14 Novembre 2017
trave in cemento armato
FASCICOLO DEL FABBRICATO: opportunità o costo ?
4 Giugno 2018

BONUS CASA – le novità della Legge di bilancio 2018 –

BONUS CASA 2018

La legge di bilancio 2018 è stata approvata e pubblicata sulla gazzetta ufficiale (Legge, 27/12/2017 n° 205, G.U. 29/12/2017), quali sono le principali novità relative alla detrazione fiscale che spetta ai contribuenti che effettuano lavori di ristrutturazione e di risparmio energetico nella loro casa (BONUS CASA)?

Detrazioni fiscali relative alla ristrutturazione casa

E’ stata prorogata al 31/12/2018 la detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione della propria unità immobiliare, per una massimo di spesa pari a 96.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo.

Detrazioni fiscali relative all’acquisto di mobili

E’ stata prorogata al 31/12/2018 la detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici (classe non inferiore alla A+) durante la ristrutturazione della propria unità immobiliare, per una massimo di spesa pari a 10.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo.

Detrazioni fiscali relative al risparmio energetico

E’ stata prorogata al 31/12/2018 la detrazione fiscale pari al 65% delle spese sostenute per gli interventi di risparmio energetico della propria unità immobiliare, per una massimo di spesa pari a 100.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo.  Da tale detrazione sono stati esclusi gli infissi e le schermature solari che potranno comunque usufruire del 50 %.

Per le caldaie sono previste due possibilità:

  • 50% per i casi in cui si sostituiscono impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e con efficienza almeno pari alla classe A.
  •  65% per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno in classe A con installazione di sistemi di termoregolazione. 65% anche gli impianti dotati di apparecchi ibridi, con pompa di calore integrata a una caldaia a condensazione, o per le spese relative a generatori d’aria calda a condensazione.

Detrazioni fiscali relative ai lavori di miglioramento sismico: SISMABONUS

Rimane al 31/12/2021  la detrazione fiscale relative ai lavori di miglioramento sismico degli edificio con le stesse modalità previste nelle legge di bilancio 2017 (potete approfondire leggendo il mio articolo SISMABONUS E CLASSIFICAZIONE SISMICA DEGLI EDIFICI) però è stata inserita una nuova maxi detrazione per gli investimenti che combinano il miglioramento sismico e il risparmio energetico. Si potrà avere una detrazione dell’80% se l’intervento permette di diminuire di una classe il rischio sismico e l’85% se le classi di rischio sono due.

SCARICA GRATUITAMENTE LA GUIDA CON I CONSIGLI SU  “CREPE NEI MURI: COSA FARE?”

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa sulla privacy e do il mio consenso all’utilizzo dei dati personali inseriti nel presente modulo di contatto.

Cessione del credito per il BONUS CASA

Per il risparmio energetico, la legge di bilancio 2018 consente il trasferimento dei crediti per tutti gli interventi, sulle parti comuni condominiali e sulle singole unità immobiliari. Mentre per il sismabonus, il credito potrà essere ceduto solo in caso di interventi sulle parti comuni. Il sismabonus al 75 e 85% può essere ceduto da tutti i beneficiari a privati e fornitori. Gli incapienti (che non possono recuperare lo sconto perché hanno un reddito troppo basso) potranno cedere l’ecobonus al 65, 70 e 75% a soggetti privati e alle banche. Gli altri beneficiari non incapienti potranno possono cedere l’ecobonus al 70 e 75% ai privati, non alle banche.

Detrazioni relative agli interventi di sistemazione a verde di balconi, terrazzi, giardini

Per gli interventi di sistemazione a verde di balconi, terrazzi, giardini, coperture, aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e pozzi, coperture a verde e di giardini pensili in ville, villini e condominiali eseguiti entro il 31/12/2018 si potrà usufruire di una detrazione fiscale pari al 36% delle spese sostenute, per una massimo di spesa pari a 5.000 euro per ogni unità immobiliare ad uso abitativo, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo.

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui tuoi social e seguimi sul mio Canale TELEGRAM  (ogni venerdì un post con un contenuto esclusivo!)

Hai delle crepe in casa o devi aprire una porta in un muro portante?

Contattami subito compilando il modulo oppure  con WhatsApp

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *